ITA | ENG
 
 

Il cacao è una pianta equatoriale che può essere coltivata solo
nei paesi che si trovano nella fascia calda e umida della terra,
con precipitazioni abbondanti e costanti che garantiscano
alle piantagioni una notevole umidità.

L’introduzione del cacao in Europa si deve a Cristoforo Colombo:
nel 1502 gli indios dell’isola di Guanaja gli offrono in dono un frutto sconosciuto, Xocoàtl, il Cibo degli Dei. Ci vorranno però anni prima che i nobili spagnoli scoprano i piaceri della cioccolata calda.
Una prelibatezza che dalla Spagna giunge nella vicina Francia
e in Piemonte, grazie al Duca Emanuele Filiberto di Savoia.

Torino diventa così il primo centro italiano di produzione e
di consumo del cacao, l’embrione di una raffinatezza che nella capitale del Piemonte ha sempre trovato moltissimi ammiratori
ed entusiasti fabbricanti.